Sviluppo d'impresa

Cresce in Toscana la formazione di eccellenza

Toscana terra di innovazione: in quello che da sempre è un territorio votato all’eccellenza sono sempre di più le realtà industriali e accademiche che si impegnano in iniziative e progetti rivolti alla formazione di professionisti, manager e imprenditori di domani, figure destinate a traghettare con successo il tessuto economico e produttivo della regione verso la digital transformation, l’economia circolare e le altre sfide del presente e del futuro.

Tanti i percorsi di Alta Formazione frutto della sinergia tra grandi imprese e Università: l’eccellenza accademica delle più importanti istituzioni universitarie toscane e la profonda esperienza industriale di aziende leader nel loro settore si uniscono in progetti nati per rispondere ad un bisogno specifico: quello di formare le figure necessarie alle aziende del territorio per gestire con successo i cambiamenti in atto e per restare competitive sul mercato.

Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e KME Group

È il caso della partnership tra la prestigiosa Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e KME Group, uno dei leader europei nel settore dell’industria metallurgica del rame. Una collaborazione che ha portato alla nascita di Circular Academy e del primo corso executive per manager, imprenditori e professionisti progettato per andare a coprire completamente tutti gli aspetti di una tematica sempre più centrale: l’economia circolare. Avvalendosi di esperti del settore grazie al supporto di KME e della professionalità dei docenti del Sant’Anna, il corso consente di ricevere in un unico percorso formativo tutti gli strumenti necessari a gestire e implementare pratiche di economia circolare nella propria azienda.

Una sinergia che ha portato al recupero di una struttura abbandonata da quasi 20 anni, il Centro Ricerche di Fornaci di Barga (LU), che è stata fatta rinascere in chiave moderna: un campus immerso nel verde, in grado di ospitare attività didattiche, laboratori, auditorium. Spazi belli e funzionali e servizi connessi che rispondono a tutte le esigenze dei partecipanti al corso, che si trovano a vivere un’esperienza completa e piacevole, ricca di momenti di networking e contaminazione.

Le grandi aziende internazionali di ACSI e Università degli Studi di Firenze

Anche a Firenze il mondo accademico si unisce a quello industriale con ACSI, l’Associazione per la Cultura e lo Sviluppo Industriale nata ad inizio 2020 dalla volontà di cinque grandi aziende internazionali operanti nel territorio toscano: Baker Hughes, El.En Group, KME, Leonardo, Thales, insieme all’Università degli Studi di Firenze. In seguito alla sua fondazione, sono entrate a far parte di ACSI altre tre aziende con sede in Toscana: Enegan SpA, Sime Srl, Sirio Solutions Engineering SpA.

Da questa collaborazione nasce BiG Academy, che con il suo corso di Alta Formazione per PMI di eccellenza mira a fornire a manager e imprenditori l’opportunità di interfacciarsi e conoscere a fondo le principali sfide che riguardano il fare impresa oggi, in un sistema globale dove la competizione è crescente, l’attenzione ai valori della sostenibilità sempre più necessaria e la capacità di agire in rete ormai prioritaria, soprattutto per le realtà di piccole dimensioni.

Anche in questo caso l’insegnamento accademico combinato con quello aziendale crea un team di docenza che vede professori universitari lavorare fianco a fianco con i professionisti delle grandi industrie e consente ai partecipanti di imparare facendo e di mettere a fattor comune le proprie esperienze e professionalità. Sei le macroaree tematiche in cui il programma è declinato, che riflettono la volontà di fornire agli iscritti una panoramica delle tendenze in atto, degli strumenti e delle conoscenze utili ad interpretare e gestire il cambiamento. 

La Scuola IMT Alti STudi di Lucca

Ma non sono solo le istituzioni universitarie tradizionali a promuovere percorsi di Alta Formazione di eccellenza. A Lucca la Scuola IMT Alti Studi – istituzione universitaria, di ricerca e alta formazione, con ordinamento speciale – si occupa dell’analisi dei sistemi economici, sociali, tecnologici e culturali. Fondata nel 2005, la Scuola IMT si è distinta per la qualità e la capacità innovativa della sua ricerca e del suo programma di dottorato, e per la sua natura interdisciplinare.

L’intersezione tra arte e tecnologia si riflette anche nel Campus residenziale, collocato per la maggior parte nel Complesso di San Francesco a Lucca, recentemente restaurato. L’intero Campus si trova nel centro storico della città, circondato dalle sue mura rinascimentali. Oltre agli alloggi per gli studenti, il Campus comprende laboratori, aule, uffici, la mensa e gli spazi ricreativi. Nella chiesa di San Ponziano si trova la Biblioteca della Scuola IMT, che mette a disposizione del pubblico interno ed esterno servizi di supporto alla ricerca e risorse multimediali e cartacee.

Iniziative importanti e ricche di valore che si affiancano alle altre prestigiose Università toscane come la Normale di Pisa, l’Università degli Studi di Siena e l’Università degli Studi di Pisa, e che senz’altro contribuiranno a stimolare un ecosistema dell’innovazione fatto di nuovi progetti e percorsi formativi di eccellenza, rendendo quello toscano un panorama sempre più stimolante per tutti gli attori del cambiamento.